Capo d’Orlando – Comprensorio dei Nebrodi

pubblicato in: Mare | 0

Capo d’Orlando adagiata su un mare così blu da togliere il respiro un susseguirsi di spiagge, di storia, di miti, di monumenti e natura.

 




 

Capo d’Orlando si trova sulla costa settentrionale della Sicilia in provincia di Messina. Nata come borgo di pescatori, una volta ottenuta la sua autonomia, si è trasformata in uno dei centri turistici più frequentati del comprensorio dei Nebrodi insieme alla bellissima Patti.

 

Duci terra me, Capu d’Urlannu. Baciatu di lu suli di livanti ogni matina lu munti si svigghia surridenti. Capu d’Urlannu e lu munti chi ti porta supra i spaddi chista bedda Chiesuzza di la Nostra Madunnuzza. -Joe Cangemi

Si sviluppa su una stretta fascia pianeggiante stretta tra la collina e il mare. La spiaggia la fiancheggia dal promontorio della Madonna a San Gregorio, una spiaggia non sabbiosa ma formata da piccolo pietrisco scuro da dove è possibile ammirare le Isole Eolie che spuntano all’orizzonte.

 

La natura offre spettacoli incantevoli. Le Cave del Mercadante ad esempio, si manifestano nei momenti di bassa marea tra i due bracci del porticciolo turistico in località S. Gregorio. Cento metri di roccia per una larghezza di 5 metri che affiorano dall’acqua.

 

Il Sentiero Goletta unisce la città a San Gregorio su un percorso naturale di circa un chilometro e arrivati nei pressi della galleria  ci si trova sul Ballatoio dei Conigli che popolano il posto all’imbrunire.

Il promontorio si trova direttamente a picco sul mare e si risale attraverso una scalinata. In alto si possono ammirare oltre al panorama a 360 gradi, i ruderi del Castello d’Orlando che testimonia un passato importante e il Santuario di Maria SS. di Capo d’Orlando.

 

Il Santuario di Maria SS. di Capo d’Orlando è meta di pellegrinaggi perchè contiene la madonnina che fu ritrovata dentro un sacchetto alla fine del 1500 sulla spiaggia. Ad essa vengono attribuiti numerosi miracoli.

Il Faro è il guardiano del mare. Posto proprio sotto il Promontorio fu attivato nel 1904. E’ costituito da una torre a pianta quadrata di colore rosa accostata ad un edificio, a pianta quadrata e ad impianto simmetrico ad un solo livello color giallo chiaro.

 

Il Castello Bastione o Torre del Trappeto difendeva le fabbriche e le rigogliose piantagioni di “cannamela” da cui si ricavava lo zucchero, prezioso per il commercio in passato. Oggi il Bastione e il suo rigoglioso giardino sono destinati ad ospitare mostre e manifestazioni artistiche, teatrali e culturali.

 

Villa Piccolo si trova sulle colline di Capo d’Orlando. Oggi è un museo immerso in uno splendido scenario naturale: un parco di oltre venti ettari con specie di piante rare, circondato da una campagna di ulivi e alberi d’agrumi. Qui ha vissuto Giuseppe Tomasi di Lampedusa cugino dei fratelli Piccolo. E’ proprio qui che lo scrittore scrisse il famoso romanzo Il Gattopardo.

 

Le Terme Romane di Bagnoli sono imperdibili, un vero tuffo nella storia. Si trovano a 3 km nord-est di Capo d’Orlando, sono costituite da otto vani e sono state colpite dai due eventi sismici che hanno colpito la Sicilia tra il IV e il V sec. d.C. I tre ambienti che compongono queste terme Frigidarium, Tepidarium e Calidarium hanno temperature diverse e sono comunicanti fra di loro. I pavimenti presentano dei mosaici in tessellatum.

 

Il Parco naturalistico del Bosco di Amola è un attrattiva per gli amanti della natura e dello sport in genere. E’ raggiungibile da località Piscittina ed è un posto incantevole dedicato allo svago nelle giornate di caldo o di festa delle famiglie di Capo d’Orlando che si riuniscono qui per i picnic. Una buona parte del bosco è caratterizzata da alberi secolari. Si può percorrere sentieri molto caratteristici che portano ad una meravigliosa cascata di acqua naturale.

Il nuovissimo porto che si trova a Punta Bagnoli, promette ai diportisti servizi e comfort degni di un resort sul mare. L’infrastruttura portuale racchiude il cantiere con officina per riparazioni e rimessaggio con Travel Lift , carburante e negozi lungo la banchina. La sua vicinanza alle Isole Eolie ne fa un punto d’attracco efficiente.

Capo d’Orlando è una cittadina vivace dove passare vacanze indimenticabili grazie alla presenza di efficienti servizi ricettivi e all’accoglienza della gente del posto davvero squisita.

Nei ristoranti il re indiscusso è il pesce. Specialità come gli Involtini di pescespada accompagnati dal Pistacchio di Bronte oppure serviti con la Caponata di melanzane o col semplice ma delizioso e siciliano Sammurigghiu. La famosa frittura di Pettini appena pescati, le Sarde a beccafico servite in agrodolce e i mitici Arancini o gli Involtini di carne chiamati Braciole sono ottimi secondi piatti. La Pasta alla Norma forse è il primo piatto più conosciuto. I dolci sono particolarissimi i cannoli e le deliziose granite in svariati gusti che accompagnano la Brioche col Tuppo e la rappresentativa Pignolata.

 

Eventi e Tradizioni

Carnevale D’Orlando un dolce Carnevale, vivi i colori, vivi i sapori
Dal 08/02/2018 Al 13/02/2018
Mezza Maratona, Città Di Capo D’orlando – 7^ Edizione – a febbraio
La Primavera Col Sorriso, Edizione 2017 – a marzo
Little Sicily, 6^ Edizione – a maggio
Capo D’ Orlando Blues, 24^ ?festival Dell’interazione Culturale – a luglio
Sagra del pesce azzurro a Borgo San Gregorio – a agosto
Festival Dei Nebrodi, 33° Premio Tano Cuva – agosto
6 Ore Città Di Capo D’orlando, Gara Podistica – a ottobre
Festa patronale di MARIA SANTISSIMA di Capo d’Orlando – a ottobre

Pagina fb di riferimento  

 




Conosci il posto?