Valle dell' Orta

Valle dell’ Orta – Parco Nazionale della Majella

pubblicato in: Montagna | 6




Valle dell’ Orta il gran canyon d’ Abruzzo dove il fiume si insinua con una forza spettacolare modellando la pietra bianca della Majella per uno scenario da brivido.

Valle dell' Orta

La Valle dell’ Orta è una riserva naturale che si trova in provincia di Pescara, tra i territori di Sant’Eufemia a Majella, Roccacaramanico, San Vittorino, Caramanico Terme, Salle, Musellaro, San Valentino e Bolognano.

Valle dell' Orta

Il fiume Orta nasce vicino a Passo san Leonardo e scorre per 40 km fino ad immettersi nel fiume Pescara che sfocia nel mar Adriatico. Nel corso dei secoli l’erosione ha dato vita ad un paesaggio naturale davvero suggestivo con gole e canyon spettacolari, con grotte preistoriche, canjon carsici, le rapide di Santa Lucia e la Cisterna una splendida piscina naturale.

Valle dell' Orta

Il Parco Naturale della Valle dell’Orta occupa 380 ettari circa ed è inglobato nel Parco Nazionale della Majella,

Tanti sono i sentieri che possono essere percorsi anche dagli escursionisti meno esperti, con percorsi per  Freeclimbing, Rafting, Kayak, Tubing, Trekking, Acquatrekking. Nel territorio di Salle, c’è il ponte più alto del Centro Italia che è usato come trampolino per il bouncing jumping estremo.

Valle dell' Orta

Le grotte risalgono al neolitico. Si trovano a 50-60 metri sopra il livello del fiume, alcune di esse sono diventate famose grazie al ritrovamento di pitture rupestri e altri reperti. La Grotta Scura, lunga quasi 400 metri, ha una grande apertura laterale che si apre sulla valle, ritagliando una terrazza belvedere da cui si gode di un panorama mozzafiato.

Valle dell' Orta

E’ facilmente raggiungibile da Bolognano, dove inoltre è presente un percorso che porta alla Cascata della Cisterna. Dopo circa un’ ora di camminata si raggiunge un posto incantato, l’acqua si getta lungo una parete e forma una piscina naturale color smeraldo.

Da Musellaro invece raggiungiamo uno dei punti più spettacolari, le Rapide di Santa Lucia. Qui per secoli l’azione dell’acqua ha scavato canaloni, creato salti e slalom spettacolari.

Valle dell' Orta

Questo canyon selvaggio è detto Valle dei Luchi, dal latino locus bosco sacro agli dei. In gran parte è inaccessibile per la presenza di falesie alte fino a 100 metri che proteggono il letto del fiume.

Valle dell' Orta

La Valle dell’ Orta è un punto turistico strategico. Permette di raggiungere in pochi minuti molte località tanto che è considerata la porta d’ingresso del Parco Nazionale della Majella. E’ comoda per la sua vicinanza con il centro abitato e l’ accessibilità alle sue bellezze naturali.

IMPORTANTE: Per tutti coloro che si apprestano a scegliere questi posti per la propria vacanza è indispensabile indossare l’abbigliamento adeguato e scegliere i percorsi in relazione alla propria capacità, al proprio allenamento fisico e sempre concordando con le guide del Parco i movimenti. La natura è stupenda ma a volte può risultare pericolosa.

Non basterebbero migliaia di km di ringhiere e un forestale sotto ogni sasso per rendere sicure le montagne. Ma poi mi ricordo degli esperti e di colpo mi sento più sicuro.

– John Forcone (Ente Parco Nazionale della Majella)

Valle dell' Orta

 

EVENTI  & TRADIZIONI

Sono tanti i comuni all’ interno della Riserva della valle dell’Orta, Bolognano organizza tanti eventi e qui ha sede l’ente parco.
Agosto: festa del Sacro Cuore
Settembre: sagra dei dolci tipici locali
11 novembre: festa di S. Martino, con degustazione del vino novello
Parco Nazionale della Majella-INFO

DISCLAIMER Contenuti & Immagini




 

6 Responses

Conosci il posto? Raccontaci la tua esperienza.