porto flavia

Porto Flavia e Pan di Zucchero |Parco Geominerario della Sardegna |UNESCO

pubblicato in: Mare | 0

Porto Flavia è il Colosseo dell’Archeologia Mineraria Sarda, uno scalo sospeso nel mare turchese, patrimonio UNESCO.


Le miniere hanno avuto un’importanza fondamentale per le località della costa iglesiente.

Porto Flavia è una meraviglia inaspettata.

Ti parlano di un porto, di una miniera e poi ti trovi a vivere un luogo dove l’ingegno umano si fonde da secoli nella natura selvaggia. Questo angolo di Sardegna oggi è un Parco Geominerario patrimonio UNESCO.

Porto Flavia si trova nel Sulcis Iglesiente a Masua, frazione del comune di Iglesias in provincia di Cagliari.

E’ un’opera architettonica molto interessante realizzata agli inizi del 1900. In realtà non è una miniera ma un deposito dei materiali estratti nelle miniere limitrofe che venivano stoccati all’interno e caricati direttamente sulle navi in mare.

Fu realizzata scavando l’interno del promontorio di Masua a picco sul mare per circa 880 metri quadri di superficie. Una galleria, scavata più in alto, capace di contenere in nove silos 10000 tonnellate di materiali.

Una seconda galleria scavata in uno strato più basso della roccia era dotata di un nastro trasportatore che imbarcava il minerale direttamente nella stiva dei piroscafi, utilizzando un braccio mobile. Prima i minerali venivano caricati a mano sulle galanze carlofortine, delle navi a vela da 25 tonnellate. Oggi il polo minerario non è più operativo ed è stato riconvertito in un polo museale originale ed interessante.

Dalla struttura si scende, attraverso la pineta, alla spiaggetta di Porto Flavia che si affaccia sul mare cristallino, dopo un tuffo nel passato è d’ obbligo un tuffo nel mare cobalto iglesiente e alzando lo sguardo l’incanto:

i bianchi Faraglioni e lo scoglio più grande del Mediterraneo, Pan di zucchero.

Il suo nome viene dalla somiglianza con Pa~o de Ac¸u´car della baia di Rio de Janeiro. Ha la forma arrotondata traforata dai fenomeni carsici a gradini piatti e in basso si sono formate due grotte navigabili con piccole barche, habitat di alcuni uccelli marini.

Una volta raggiunto lo scoglio gli appassionati di climbing possono scalare i suoi 133 metri ed arrivati in cima contemplare i tre faraglioni più piccoli di calcare cambrico originati dall’ erosione del mare che li ha staccati dalla punta della falesia di is Cicalas.

Il tratto di mare che separa i faraglioni dalla falesia è davvero impervio per via delle correnti. I faraglioni sono naturalmente collegati a Pan di zucchero, in passato erano parte dello scoglio.

Masua è un paradiso per gli amanti dello sport, oltre al climbing sulle pareti rocciose a picco sul mare, c’è un interessante percorso, il Cammino di Santa Barbara, che comprende più di venti tappe da percorrere a piedi o in mountain bike, fino a Nebida dove il Canal Grande, una grotta di 150 metri scavata dal mare, attraversa tutto il promontorio.

Posto eccezionale per tutti gli sport acquatici, dalle escursioni libere in canoa o stand up paddle, kajak, surf, fino alla regata di fine settembre “Sulla Rotta della Memoria” e al “Campionato del Mediterraneo” in barca a vela latina.

L’enogastronomia propone piatti gustosi a base di ingredienti freschi e locali: pesce comprato la mattina dai pescatori, formaggi, carne, e poi pasta fatta a mano, dolci appena sfornati e vini bianchi e rossi DOC e DOCG tipici della Sardegna. A fine pasto liquori con erbe, radici e frutta del posto.

EVENTI E TRADIZIONI

Tra gli eventi segnaliamo l’Estate medievale Iglesiente un contenitore di manifestazioni in stile medievale:

  • Torneo della Balestra Città di Iglesias
  • Corteo Medioevale

Il Torneo della balestra è unico nel suo genere, si svolge in due giorni, il primo detto la “Chiamata” fatta dall’Araldo che coinvolge i quartieri sottolineandone la nobiltà. Nel secondo il Corteo composto dai balestrieri che seguono il quartiere loro assegnato dalla sorte, accompagnato dai Maestri di Campo, dall’Araldo, e dai figuranti e musici in costume, si avvia verso il Campo delle Verrette d’argento dove, al calare del sole, i balestrieri si sfidano. Da questo torneo nasce la squadra che rappresenterà la Città di Iglesias ai Campionati Italiani di tiro con la Balestra antica da banco.

Ottobrata Iglesiente, convegni, musica, cinema, mostre, degustazioni, manifestazioni sportive.

A maggio si onora la Madonna di Tratalias, la statua viene posta su un cocchio trainato da buoi che parte da Tratalias, percorre le strade dell’iglesiente e giunge nella Cattedrale.

Porto Flavia, Grotta Santa Barbara e Galleria Monteponi vengono aperti al pubblico con costanza, qui trovate i giorni e gli orari di apertura, i prezzi dei biglietti di Porto Flavia, della Grotta di Santa Barbara e della Galleria Villamarina, che si trovano tutti in territorio del Comune di Iglesias.

INFO Orari e prevendite




Conosci il posto? Raccontaci la tua esperienza.