Marzamemi – Riserva Naturale Orientata di Vendicari

pubblicato in: Borghi antichi | 1

Un borgo incantato nella Riserva Naturale Orientata di Vendicari location del film “Sud” di Gabriele Salvatores: Marzamemi


Marsà al hamen è il nome in arabo di un piccolo borgo sul mar Ionio che fa parte della Riserva Naturale Orientata di Vendicari : Marzamemi. Si trova in Sicilia, vicino Pachino e Noto . Il borgo che ha mantenuto l’aspetto del’700 quando la famiglia Villadorata ampliò gli spazi della tonnara, costruendo la chiesa di San Francesco di Paolo e le case dei pescatori.

Davanti al borgo sorgono due isolotti su uno dei quali si trova una villa privata: Isolotto Brancati.

L’isolotto più grande è l’ingresso a uno dei due porti naturali che fanno da cornice al borgo: La Fossa e la Balata.

La più caratteristica La Balata assume la forma di una piazzetta sul mare, teatro di eventi che animano l’estate e la sera offre uno spettacolo bellissimo, un’atmosfera che ha affascinato registi come Gabriele Salvatores che vi girò il film “Sud” nel 1993. Dal 2000 Marzamemi è la sede del Festival del Cinema di Frontiera con proiezioni di film e cortometraggi in Piazza.

Il fulcro del borgo è Piazza Regina Margherita su cui si affacciano la Chiesa vecchia e la Chiesa nuova, il Palazzo del Principe di Villadorata e le caratteristiche casette dei pescatori.

Le due chiese sono dedicate a San Francesco di Paola, protettore del borgo. La nuova è costruita in pietra bianca, ha una facciata romanica con il rosone sul portale di legno scanalato. La copertura è a spioventi ed al suo fianco c’è il campanile della stessa altezza. La chiesa antica invece è in pietra arenaria ad una sola navata ci sono i resti dell’altare altare centrale del campanile ed un arco.

Il Palazzo del Principe di Villadorata occupa la parte ovest della piazza, risale al 1752 ed è anch’esso costruito in pietra arenaria. Il portone d’ingresso in legno è sormontato dallo stemma della famiglia. Un cortile centrale dà aria e luce agli ambienti interni, una scala di pietra, a due rampe, porta all’ appartamento del principe, da cui si accede ad un ampio terrazzo le cui mura presentano delle feritoie, dalle quali si sparava ai pirati. Dalla parte opposta del terrazzo, si accede ad un balconcino, da cui il principe controllava il lavoro dei pescatori nel magazzino sottostante: la Camperia. Il magazzino ospitava le barche usate per la pesca dei tonni, lo scieri, le chatte, gli uncini e le reti. C’era un piccolo ufficio dove avveniva, la registrazione e la pesatura dei tonni. In più su un’ arcata interna venivano posati elementi votivi destinati come offerta al santo patrono.

Nel 1912 fu costruito uno stabilimento per la lavorazione prima del tonno salato e successivamente del tonno sott’olio. La pesca della tonnara fu abbondante fino al 1951 anno in cui entrò in funzione la Rasiom di Augusta e cominciò il sensibile calo della pesca in tutte le tonnare: Santa Panascia, Terruzza, Fontane Bianche, Avola, Bafuto Vendicari, Marzamemi e Capo Passero.

Le casette dei pescatori sono molto caratteristiche, disposte intorno alla piazza le danno un aspetto uniforme. Risalgono al 1600 e sono state costruite con blocchi di pietra. La loro forma è prevalentemente quadrata, ce n’è una particolarissima che ospitava il Forno della tonnara che riforniva di pane il paese intero. Oggi alcune sono disabitate e logorate dal tempo, altre ospitano ristorantini e negozi di souvenir.

Marzamemi nel tempo si è affermata turisticamente grazie alla sua bellezza senza tempo. L’ enogastronomia si basa sul pesce e sulle specialità della vicina Pachino.

Ottime le Scacce, una specie di focaccia fatta con un impasto particolare farcito. Principe della tavola è il pesca azzurro, tonno, alici e i frutti di mare.

Nelle botteghe ed i negozietti di souvenir è in mostra bellissimo l’artigianato tipico siciliano: ceramiche, oggetti di corallo, e tanti prodotti tipici che raccontano i profumi ed i sapori di questo posto incantato.

Tantissime le iniziative culturali dalle più semplici alle più organizzate che coinvolgono chi sceglie questi luoghi per le vacanze. Una di queste che trovo meravigliosa nella sua semplicità sono le caratteristiche biblioteche per strada dove si può prendere un libro in prestito.

Tra gli eventi più seguiti :

Festival del Pesce azzurro a Marzamemi – 25 / 26 giugno – Nell’antico borgo marinaro di Marzamemi due giorni dedicati della piccola pesca
Festival Internazionale del Cinema di Frontiera a Marzamemi – 25 / 31 luglio – Rassegna di cinema indipendente, sui temi delle frontiere geografiche, artistiche e culturali.
Festa del Pomodoro di Pachino IGP a Marzamemi – 02 / 07 agosto – Manifestazione dedicata prodotto di punta del territorio.
Scie in Balata a Marzamemi – 05 / 07 agosto – Artigianato, design, handmade e prodotti tipici del territorio siciliano.

Riserva Naturale Orientata di Vendicari

E’ tra le riserve più importanti in Europa per il passaggio e la sosta degli uccelli migratori. Fu istituita nel 1984 e occupa 1500 ettari che ospitano circa 500 specie di piante e 230 specie di uccelli diversi.

Il mare cristallino, grazie alla presenza della Posidonia Oceanica e le piante che venivano utilizzate per tanti usi fanno da cornice a questo angolo di paradiso Ibleo.

Qui nella Riserva oltre all’antica Salina, la Tonnara Bafutu e la Torre Sveva si può visitare l’ Ecomuseo ubicato nei locali ex case dei pescatori facenti parte del “Marfaragghiu”.



Conosci il posto? Raccontaci la tua esperienza.