Fiorenzuola di Focara

Fiorenzuola di Focara – Parco del Monte San Bartolo – Marche

pubblicato in: Borghi antichi | 0

Fiorenzuola di Focara nel verde del Parco del Monte San Bartolo un borgo a picco sul mare con una spiaggia da sogno.

 




 

 A picco sul mare Adriatico in provincia di Pesaro Fiorenzuola di Focara è l’emblema della tranquillità e del relax.


Si trova nel Parco naturale regionale del Monte San Bartolo a poca distanza dalle località balneari di Cattolica e Gabicce Mare.
Il promontorio di Focara è il punto di confine geografico ad est della Romagna. L’aggiunta della specificazione di Focara al nome del borgo denominato Fiorenzuola è dovuta alla presenza di fuochi che segnalavano la posizione ai naviganti o forse alla presenza di fornaci di laterizi e terracotte.

Le sue origini sono antichissime. Le mura medievali ed i torrioni cingono il borgo, composto da strette stradine, selciati, scalette e piazze. Al borgo di Fiorenzuola di Focara si accede attraverso uno dei portali risalenti al 600. Su di esso possiamo notare la targa con i versi del XXVIII canto dell’Inferno di Dante Alighieri.


Dante nomina Fiorenzuola per un fatto avvenuto nel tratto di mare sottostante, famoso già dall’antichità per la sua pericolosità a causa del vento. Bellissima la location di Piazza Sant’Andrea, una terrazza con una vista mozzafiato sul mare immenso.

La Piazza sorge accanto alla antica Chiesa di Sant’Andrea risalente al 1200. Oggi è intatto solo il campanile che con il suo orologio scandisce il tempo incantato di questo bellissimo borgo marchigiano.

Il Castello di Fiorenzuola di Focara su uno sperone roccioso domina il mare. Fa parte dei quattro castelli costruiti tra il X ed il XIII sec. per il il controllo del valico di Siligata, insieme a quelli di Casteldimezzo, Gradara e Granarola.

Dal borgo di Fiorenzuola partono una serie di sentieri che scendendo tra la vegetazione del Parco del Monte San Bartolo, arrivano ad una spiaggetta incastonata tra il mare e la falesia poco conosciuta.

Uno dei più belli è il Sentiero dell’Amore che scende attraverso il Giardino dell’ Amore, impreziosito da piante e fiori, fino ad un belvedere dove si può godere dello splendido panorama mare e cielo.

La spiaggia è di sabbia fine, frequentata da molti ragazzi che si fermano a dormire nelle tende improvvisando dei falò.
Non è attrezzata. Il servizio di salvataggio è garantito. Il mare offre sicurezza in quanto circondato da scogli. Il fondo sabbioso lo rende adatto soprattutto ai bambini.

Camminando sulla sabbia, possiamo incontrare grandi pietre, che ricordano i monoliti. Gli appassionati creano con esse, fantasiose sculture.

Non mancano le opportunità per chi ama fare sport. Il parco, nella bella stagione, diventa una grande palestra naturale, frequentata da ciclisti, biker e trekker. In acqua grazie al vento si può praticare surf, vela, immersione.

L’enogastronomia comprende piatti a base di pesce, frutti di mare e piatti mare monti, tipo la Polenta ai frutti di mare e i Tagliolini con pesce e ceci o i piatti al Tartufo del San Bartolo accompagnati dai vini prodotti nel Parco.

Eventi e Tradizioni

Trenotrekking Sul San Bartolo dal 23/04 al 04/06
Migrazione degli uccelli dal vivo 19 maggio
Emozioni al Borgo luglio mostra di pittura organizzata dall’associazione artistica La Via dell’Arte.
Leo 4 Green on the Sea giugno  Escursione in mare a bordo del Cutter Caravelle.
A soma d’asino alla scoperta del Monte San Bartolo, maggio, la passeggiata con gli asini è un modo per scoprire gli angoli più belli del Parco.




 
 

Conosci il posto? Raccontaci la tua esperienza.