Polignano a mare

Polignano a mare – Bandiera blu Foundation Environmental Education

pubblicato in: Mare | 0

Polignano a mare dal 2008 Bandiera Blu della Foundation for Environmental Education Italia

 




 

Polignano a mare è un piccolo centro in provincia di Bari in Puglia. La parte più antica della cittadina è costruita su un alto sperone di roccia a picco sul mare Adriatico.

La costa alta e frastagliata è interrotta da alcune lame dove è possibile la balneazione. La più vicina al centro antico è la Lama Monachile detta così perchè in passato era habitat della foca monaca. Fu un porto commerciale nel periodo romano ed oggi è il fulcro della vita turistica.

Proprio nei pressi della Lama Monachile possiamo vedere il Ponte di epoca Borbonica. Esso sorge sulle rovine del ponte romano che faceva parte della via Traiana che collegava Roma a Brindisi.

Numerose e suggestive sono le grotte che si aprono sotto la roccia. Sono tante ed ognuna di loro ha una particolarità.

La Grotta dei Ladroni, la grotta del Guardiano, del Muretto, delle Rondinelle, la grotta della Foca e in località Grottone anche Polignano ha la sua Grotta Azzurra.

La grotta dei Colombi è una delle più belle ed affascinanti per il colore verde ed azzurro e tra le tante altre c’è la Grotta Palazzese dove è stato addiritura incastonato un ristorante davvero suggestivo. Il mare è proprio lì e suscita sensazioni indescrivibili: sopra la città e sotto il mare… wow!

Polignano a mare è affascinate, racchiusa tra le strade bianche, i balconcini, le persiane in legno e le fioriere coloratissime. Sulle scalette delle abitazioni sono scritte a mano le frasi più belle delle celebrità che hanno visitato il posto.

Il borgo antico è uno dei luoghi più suggestivi, nucleo vitale della città. Vi si accede attraversando l’imponente Arco Marchesale che accoglie i visitatori lungo la strada che conduce alla Piazza dell’Orologio. E’ stato l’unico accesso al borgo fino a non molto tempo fa.

La piazza prende il suo nome dal Palazzo dell’orologio di origine medievale che un tempo ospitava la sede dell’Università.

Presenta ancora l’orologio a carica manuale.

Interessanti nella loro sobrietà sono il Palazzo del governatore e il Palazzo Marchesale.

La Chiesa Matrice è la cattedrale di Polignano, in stile romanico risale al 1295 e sorge su un antico tempio pagano.
Tra le altre ci sono la Chiesa della Trinità, la Chiesa di Sant’Antonio, la Chiesa del Purgatorio. In ultimo l’Abbazia di San Vito di origine medievale che era la dimora dei monaci basiliani e ha ospitato a lungo i resti del santo patrono.

Dal centro antico si diramano le stradine bianche che ci portano alle logge a strapiombo sul mare per ammirare stupefatti il panorama. Il mare qui ha un colore azzurro incantevole lo stesso mare che ha ispirato la canzone “Nel blu dipinto di blu” conosciuta come Volare a Domenico Modugno che è nativo proprio di Polignano a mare.

L’artista conosciuto in tutto il mondo era molto legato al suo paese nativo e ugualmente i concittadini erano legati a lui. Dopo la sua morte una statua che lo raffigura a braccia tese quasi in un abbraccio immortale alla sua città è stata posta sul lungomare.

Polignano è bandiera blu FEE Foundation for Environmental Education per la qualità delle acque di balneazione considerata un criterio imperativo.

Solo le località le cui acque sono risultate eccellenti, possono presentare la propria candidatura.

Per questa sua attenzione all’ambiente naturale è meta turistica molto frequentata dagli sportivi che praticano trekking, canottaggio, nuoto, tuffi, kanoa e gli sport acquatici in genere; è una meta del turismo enogastronomico ed esperenziale grazie all’opportunità di visitare le tante Masserie che propongono una scelta notevole di prodotti a km0.

L’enogastronomia è a base di pesce che viene servito anche crudo, ma contempla anche piatti tradizionali pugliesi rivisitati in chiave marinara ad esempio: Patane risecozz, Fave e cicoria, Grano a me’re a base di frumento,fagioli e frutti di mare. La Fiorona, dolce preparato con fichi e amarene, le Intorchiate, dolci o tarallo dell’amore, con tre mandorle tostate sono i dolci tipici che vengono accompagnati dall’Amaro del Gargano, l’Ambrosia di limone o l’Arancino.

 

Eventi e Tradizioni

Festa Patronale di San Vito a giugno che è la più importante tra quelle religiose.
Festa Dell’Aquilone seconda domenica di maggio
Festival Il Libro Possibile prima metà di luglio
Meraviglioso Modugno prima metà di agosto
Targa Crocifisso, tradizionale corsa ciclistica per la categoria élite-under 23 a settembre
Red Bull Cliff Diving gara di tuffi estremi fine luglio

L’immagine di copertina è dell’artista Ciccio Nutella

Le immagini che corredano l’articolo sono prese dal web.

DISCLAIMER Contenuti & Immagini

 




 

 

Conosci il posto? Raccontaci la tua esperienza.